eSIM: La Nuova Frontiera della Telefonia Mobile tra Innovazione e Nostalgia

eSIM: La Nuova Frontiera della Telefonia Mobile tra Innovazione e Nostalgia

eSIM-La-Nuova-Frontiera-della-Telefonia-Mobile-tra-Innovazione-e-Nostalgia

La tecnologia eSIM ha conquistato rapidamente il settore della telefonia mobile, introducendo una nuova frontiera che combina l’innovazione digitale con un’eco di nostalgia. Mentre esploriamo questa evoluzione, è interessante notare come i primi cellulari, grazie alla tecnologia ETACS, funzionassero senza schede SIM. Esaminando il passato e il presente, vedremo come la telefonia mobile abbia fatto grandi progressi nel corso degli anni, portandoci alla comodità delle eSIM.

Negli anni ’90, l’Europa ha assistito all’introduzione della tecnologia ETACS come evoluzione del TACS (Total Access Communication System), un sistema mobile analogico di prima generazione noto come 1G. La tecnologia TACS, sviluppata nel Regno Unito a partire dal 1985, ha portato alla rapida diffusione della telefonia cellulare. In Italia, il servizio TACS è stato lanciato nel 1990 da SIP (successivamente Telecom Italia S.p.A), che deteneva il monopolio delle telecomunicazioni. L’introduzione dell’ETACS ha segnato una svolta nella distribuzione dei telefoni cellulari, sostituendo i telefoni radiomobili e quelli installati nelle autovetture. Nonostante i limiti e le problematiche dell’ETACS, come il rischio di intercettazione delle telefonate e la clonazione delle utenze, questa tecnologia ha ampliato le frequenze disponibili, consentendo una maggiore capacità di comunicazione simultanea.

Le eSIM: Una Nuova Frontiera

Oggi, la tecnologia eSIM rappresenta un nuovo capitolo nell’evoluzione della telefonia mobile. Queste SIM digitali standard del settore consentono agli utenti di attivare piani cellulari con gli operatori telefonici senza dover utilizzare schede SIM fisiche. Invece di inserire una schedina fisica, i dispositivi custodiscono una memoria dedicata che ospita le informazioni della eSIM. Con una eSIM, è possibile installare multiple schede virtuali su un dispositivo e utilizzare contemporaneamente diversi numeri di telefono. In sostanza, l’eSIM elimina la limitazione fisica delle schede SIM tradizionali, offrendo una maggiore flessibilità e comodità.

Al momento, solo alcuni operatori telefonici offrono la possibilità di utilizzare eSIM. In Italia, TIM, Vodafone, WINDTRE, Very Mobile, Iliad e Spusu sono tra gli operatori che supportano questa tecnologia. Per attivare una eSIM su un dispositivo Android, è sufficiente accedere alle impostazioni, selezionare la gestione delle schede SIM, scegliere l’opzione “Aggiungi piano tariffario” e seguire la procedura di attivazione utilizzando un codice QR.

Con l’introduzione di Android 13, sarà possibile connettersi a reti di due operatori di telefonia mobile utilizzando un solo chip eSIM. Questa configurazione dual SIM aprirà nuove opportunità per gli utenti, offrendo maggiore flessibilità nella gestione delle comunicazioni.

Le eSIM rappresentano un passo avanti significativo nel mondo della telefonia mobile, offrendo una soluzione digitale alle tradizionali schede SIM fisiche. Mentre esploriamo questa nuova frontiera, è interessante notare come i primi cellulari senza scheda SIM siano stati una realtà grazie alla tecnologia ETACS. Mentre ci godiamo i vantaggi dell’eSIM, è importante riconoscere i progressi che sono stati compiuti nel corso degli anni e guardare avanti, verso un futuro in cui la telefonia mobile continuerà a evolversi.

Autore

  • Marcello Martena

    Classe 1983, docente di Italiano e Storia nella scuola secondaria di secondo grado - Presidente e fondatore di Sharing Lab - Manager e formatore con pluriennale esperienza nella gestione delle dinamiche di gruppo e delle risorse umane.

 

Rispondi