Sorrido

Sorrido

Se mi guardo indietro sorrido.

Sorrido perché in fondo sono sempre stata felice. Perché ogni singola cosa che ho fatto in questi anni l’ho fatta col cuore e l’ho vissuta fino in fondo.

Mi sono vista crescere e cambiare, ho conosciuto versioni così diverse di me che mi pare quasi impossibile essere arrivata qui. E invece eccomi.

Senza rinnegare niente, senza voler cambiare niente di quello che è stato, senza rimpianti, ma a 30 anni posso affermare di essere assolutamente la versione che più mi piace.

E cambierò ancora, mi guarderò di nuovo indietro e sorriderò.

Perché ogni scalino che fai nella vita ti rende comunque una persona nuova, ti arricchisce, ti fa andare avanti.

Per quanto sembri banale, nella vita bisogna sempre guardare avanti.

Si impara col tempo. Si impara crescendo.

È tutto un percorso: da quando sei bambino e inizi a capire come nascono le amicizie, e dopo vivendo i drammi adolescenziali, a 18 anni quando ti sembra di essere finalmente “arrivato” e poi a 25 quando ti rendi conto che a 18 eri ancora un ragazzino e non ci avevi capito niente.

Perché la realtà è che non arrivi mai, e probabilmente è questo il bello della vita.

Non esiste un vero traguardo, non esiste un momento vero in cui sei fermo.

E certamente, la famiglia, i figli, il lavoro, la casa… tutte cose incredibilmente belle e importanti ma è un viaggio dell’anima non del corpo. Il nostro corpo può anche fermarsi, può trovare la sua pace ma la nostra anima è un continuo divenire.

È come se avesse sempre sete, se volesse continuamente essere appagata. E anche inconsciamente noi lo facciamo ogni giorno sin da quando siamo piccoli.

E oggi, che amo così tanto questa versione di me, già so che tra qualche anno ne amerò un’altra e poi un’altra ancora perché saranno cresciute le mie consapevolezze e si sarà evoluta ancora la mia anima.

Il mio corpo è fortunatamente già abbastanza appagato, ma se ho imparato una cosa è che tutto può succedere, tutto può cambiare in un attimo e che il cambiamento è solo uno stimolo in più.

In fondo ho solo 30 anni e l’unica cosa che posso dire è che amo, profondamente amo, ogni singolo attimo che mi è concesso di vivere.

Se l’articolo è stato di vostro gradimento, v’invito a lasciare un commento qui sotto: mi piacerebbe conoscere la vostra opinione. Potrete anche condividerlo attraverso i vostri canali social, utilizzando i pulsanti alla tua sinistra.

Mantenetevi aggiornati sulle prossime pubblicazioni. Iscrivetevi alla newsletter (cliccando qui).

Autore

  • Classe 1990, lavora in un’azienda di moda, ma laureata al DAMS, la sua più grande passione è la musica e l’arte in ogni sua forma.

Tags: ,

Rispondi